Seleziona una pagina
Politica

Il Partito e la cultura politica. Comunicato del Direttivo di Senso Comune

Settembre 16, 2019

Care comunarde, cari comunardi,

L’assemblea di fondazione di Patria e Costituzione dello scorso 8 settembre ha segnato un momento importante nel lavoro per la costruzione di un nuovo movimento politico a cui abbiamo a lungo lavorato. Nei prossimi mesi PeC comincerà a strutturarsi a livello nazionale e locale per mettere in campo un soggetto capace di dare voce a chi oggi non ha parte e non si sente rappresentato. Su questo fronte invitiamo tutti i comunardi a profondere il loro impegno in quella che si annuncia un’avventura entusiasmante e impegnativa.
Come Senso Comune d’ora in poi ci concentreremo sul lavoro culturale e sulla creazione di media alternativi, il blog, la rivista cartacea e il canale YouTube come già deciso nell’assemblea di SC tenuta lo scorso giugno a Firenze. La parte di attivismo politico d’ora in poi andrà a concentrarsi in PeC. Ma a noi spetta un compito essenziale di creazione di nuove idee e di dibattito e provocazione intellettuale. Nei prossimi mesi cominceremo a lavorare ai nuovi prodotti di SC a partire da un numero zero della nostra rivista cartacea contenente contributi dei partecipanti alla nostra scuola estiva. Vi terremo aggiornati su tutti gli sviluppi, sperando nel vostro contributo.

Il direttivo di Senso Comune

Articoli Correlati

Il futuro del lavoro è un ritorno all’Ottocento

Il futuro del lavoro è un ritorno all’Ottocento

Articolo pubblicato nel primo numero della rivista di Senso Comune ‘Il Ritorno della Politica’ La relazione di lavoro deve assomigliare a una qualunque relazione di mercato: lo pretende l’ortodossia neoliberale, secondo cui l’incontro di domanda e offerta di lavoro...

Il turismo è un problema? Ignoriamolo!

Il turismo è un problema? Ignoriamolo!

La morsa di crisi economica e pandemica sta strangolando il turismo, settore da cui deriva il 13% del nostro PIL. D'altra parte, nei mesi in cui il virus imperversava, l’imposizione del lockdown in molte delle nostre città è stata per così dire facilitata non tanto...

Toscana: l’apocalisse del lavoro

Toscana: l’apocalisse del lavoro

Il recente Rapporto dell’Ires Cgil Toscana sugli scenari regionali sintetizza la profondità della faglia che si è aperta con una terminologia biblica: non è affatto una suggestiva esagerazione. La Toscana mostrava già nella fase preCovid un rallentamento della...