Seleziona una pagina
Sport

Lo spettacolo del calcio. 29 – Football won’t coming home

Luglio 12, 2018

Il calcio non tornerà nel paese che gli ha dato i natali, l’Inghilterra. In finale va la Croazia e sarà una prima assoluta. Per mandare in estasi i 7 milioni di croati ci sono voluti 120′, terza volta consecutiva in cui la nazionale balcanica deve ricorrere all’extratime per passare il turno. Il 15 luglio al Luzhniki di Mosca affronteranno la Francia dei bambini terribili di Didier Deschamps.

Primo Tempo

Bastano solo 5′ agli inglesi per passare in vantaggio. Dale Allie conquista un calcio di punizione dal limite dell’are, calcia Trippier che disegna una parabola perfetta che si infila sotto la traversa della porta difesa da Subasic.
Qualche minuto dopo Maguire sfiora il raddoppio di testa su calcio d’angolo.
Al 19′ la Croazia da il primo segno di vita con Perisic che sfiora il palo con un bel diagonale.
Al 30′ l’Inghilterra si divora ancora il raddoppio: Lingard serve Kane che sbaglia clamorosamente. Anche se l’Uragano avesse segnato il gol sarebbe stato annullato per fuorigioco.
Ci provano anche Rebic, tiro centrale parato da Pickford, e Lingard, fuori.

Secondo Tempo

Nella ripresa la Croazia si butta in avanti alla ricerca del pareggio. Prima Perisic, murato da Walker, poi Mandzukic e ancora Perisic.
Al 69′ l’attaccante dell’Inter trova il pari, cross dalla destra e colpo di suola per il gol dell’1-1.
L’interista prova anche a chiuderla, ma viene fermato dal palo.
Inghilterra non pervenuta se non per un colpo di testa di Kane fuori dallo specchio della porta.
Si va ai tempi supplementari.

Supplementari

Al minuto 99 Trippier sfiora il raddoppio, sempre su calcio d’angolo e sempre di testa, para Subasic.
Dieci minuti più tardi arriva il colpo del KO croato: colpo di testa di Perisic raccolto da Mandzukic che col destro batte Pickford.
Zagabria esplode. Dalic compie l’impresa e porta per la prima volta la Croazia in una finale di una Coppa del Mondo.
In finale i croati troveranno la Francia e a tifare per loro non ci saranno solo i 7 milioni di Croati, ma, probabilmente, tutto il resto del Mondo, esclusa l’area transalpina.

 

Tabellino

Croazia (4-1-4-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic (4′ pts Pivaric); Brozovic; Rebic (11′ pts Kramaric), Rakitic, Modric (14′ sts Badelj), Perisic; Mandzukic (10′ sts Corluka). A disp.: Livakovic, Kalinic, Kovacic, Jedvaj, Bradaric, Caleta-Car, Pjaca. All.: Dalic

Inghilterra (3-5-2): Pickford; Walker (6′ sts Vardy), Stones, Maguire; Trippier, Alli, Henderson (7′ pts Dier), Lingard, Young (1′ pts Rose); Sterling (28′ st Rashford), Kane. A disp.: Butland, Pope, Welbeck, Cahill, Jones, Delph, Loftus-Cheek, Alexander-Arnold. All.: Southgate

Arbitro: Cakir

Marcatori: 5′ Trippier (I), 13′ st Perisic (C), 4′ sts Mandzukic (C)

Ammoniti: Mandzukic, Rebic (C), Walker (I)

Articoli Correlati

Grande Torino: solo il fato li vinse

Grande Torino: solo il fato li vinse

"Un crepuscolo durato tutto il giorno, una malinconia da morire" con queste parole si apriva il Cinegiornale Incom del 4 maggio 1949. Alle 17:03 l'aero che riportava a casa il Grande Torino si schianta contro il terrapieno della Basilica di Superga. Non sopravvisse...

Il gioco, lo sport e il prodotto TV

Il gioco, lo sport e il prodotto TV

Sostiene Gianni Clerici che è successo ad un certo punto che il suo gioco prediletto, il tennis, si è trasformato in uno sport. L’aspetto della prestanza fisica dei protagonisti ha prima affiancato e poi fatto premio sull’aspetto del loro talento, salvo ormai rare...

“Caro basket …” firmato Kobe Bryant

“Caro basket …” firmato Kobe Bryant

Caro Basket, sin dal momento in cui ho cominciato ad arrotolare i calzettoni di mio papà e a immaginare canestri decisivi per la vittoria al Great Western Forum, mi è subito stata chiara una cosa: mi ero innamorato di te. Un amore così grande che ti ho dato tutto me...